Pubblicato da: fitonews | 7 gennaio 2016

Insonnia e caffè…in dosi omeopatiche

Coffea_arabica_01Il caffè è conosciuto ed apprezzato per le sue proprietà stimolanti, in grado di eccitare, determinare una maggiore vigilanza, concentrazione, iperestesia, ecc.: in Omeopatia viene invece utilizzato in caso di insonnia, agitazione e iperattività cerebrale. Coffea può essere utile, infatti, nell’insonnia causata da emozioni gioiose o eccitazione mentale (studio, superamento di un esame, conversazioni “esaltanti” ecc.): il paziente non ha sonno e presenta un afflusso inarrestabile di pensieri, le idee gli si affollano nel cervello e spesso si deve alzare per dedicarsi ad un’attività qualunque però “non soffre per la sua insonnia ed è piuttosto ottimista e gioioso.”(Hodiamont, 1991) Il medicinale omeopatico è indicato anche nell’insonnia di chi fa abuso di caffè e sostanze cover ultimoeccitanti. Anche in questo caso appare evidente l’applicazione del principio di similitudine (“similia similibus curentur”) per cui una patologia può essere curata con una sostanza capace di provocare sintomi simili a quelli causati dalla malattia stessa. Si comprende quindi come il caffè “omeopatico” sia  in grado di trattare disturbi quali insonnia ecc., quando viene somministrato in dosi infinitesimali (Coffea 9 CH, 5 granuli prima di andare a dormire).

(Tratto da Enrica Campanini, Piante medicinali in Fitoterapia e Omeopatia, Tecniche Nuove, Milano, 2013)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: