Pubblicato da: fitonews | 19 maggio 2015

Caterina e gli spinaci…

Lo spinacio (Spinacia oleracea) è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle ChenopodiaceaespinaciOriginario dell’Iran  è coltivato in tutte le regioni temperate per le sue qualità nutrizionali.  Gli spinaci presentano un potere rimineralizzante e tonificante. Riusltano, infatti,  ricchi in  vitamina A e C, rame, fosforo, zinco, calcio, potassio. Gli spinaci forniscono anche una buona quantità magnesio: per 100 g di spinaci lessati, si ottiene circa 80 mg di magnesio, più di un quarto della dose giornaliera raccomandata per le donne e circa il 20% per gli uominiPer quanto riguarda il ferro, contrariamente a quanto si crede, gli spinaci  non sono la migliore fonte di ferro alimentare. Il ferro presente negli spinaci è meglio assorbito dall’organismo quando è accompagnato da una fonte di vitamina C, come ad esempio il succo di limone. insalata-di-spinaci-clementine-e-noccioleOttima risulta a questo proposito l’insalata di spinaci crudi condita con sale, olio, limone oppure accompagnata da mandarini, clementini, arance. Numerose sono le sostanze antiossidanti, in particolare luteina e zeaxantina. Questi carotenoidi risultano importanti per la salute dell’occhio: hanno la capacità infatti di accumularsi a livello della macula e della retina proteggendole così dallo stress ossidativo. Studi epidemiologici hanno confermato inoltre l’importanza di consumare alimenti ricchi in sostanze antiossidanti in quanto contribuiscono a diminuire il rischio di malattie cardiovascolari, tumori, malattie croniche. L’alta presenza di acido folico infine  fa dello spinacio anche un alimento utile per dare vitalità’ al sistema immunitario. Si segnala che la cottura non danneggia le sue qualità nutrizionali. E’ comunque da preferire la cottura al vapore.
Avvertenze: per l’elevata concentrazione in acido ossalico se ne sconsiglia il consumo in caso di calcolosi renale. Gli spinaci contengono anche una elevata concentrazione in vitamina k:le persone che assumono anticoagulanti devono prestare estrema attenzione e devono seguire le History's_Catherine_de'_Mediciindicazioni del medico curante.
Curiosità:  “Si racconta che Caterina ‘ Medici, quando lasciò Firenze per andare in sposa al futuro re di Francia, volle al seguito anche un cuoco che fosse in grado di cucinare gli spinaci, una delle sua verdure preferite. Da allora nella cucina classica francese, le preparazioni che richiedono un letto di spinaci sono chiamate per questo “a’ la florentine”.  (Taccuini Storici)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: