Pubblicato da: fitonews | 5 aprile 2014

Piante medicinali in Fitoterapia e Omeopatia: prefazione

cover2L’alba della fitoterapia non ha una data certa ma sicuramente precede di decine di secoli quella dell’omeopatia e ne costituisce una magnifica anteprima.La medicina omeopatica si rifornisce per gran parte dei suoi rimedi alla generosa fonte della fitoterapia e sperimenta in modo del tutto originale gli aspetti ancora nascosti e inimmaginabili delle virtù terapeutiche delle piante.Un fil rouge invisibile ma insito nella “materia” stessa delle piante medicinali lega così indissolubilmente fitoterapia e omeopatia.Queste due discipline, le principali della terapia integrata, condividono un terreno su cui le qualità terapeutiche proprie del fitocomplesso si esprimono in modo talvolta sorprendentemente diverso o addirittura opposto, in fitoterapia o in omeopatia.Scoprire affinità e differenze, coerenza di azione in base a taluni principi attivi che dominano la attività della pianta o impensabili virtù del solo rimedio omeopatico, inespresse con l’uso fitoterapico, sono aspetti dello studio che hanno da sempre affascinato i medici ed i farmacisti che vogliono approfondire la materia, come pure i molti appassionati che sono spesso gli utenti della medicina integrata.Dopo averci regalato opere sorprendenti per ampiezza, esaustività e precisione, questa volta Enrica ha tirato fuori metaforicamente dal suo cappello una invenzione del tutto originale, un libro che non ha simili e che costituisce un ulteriore strumento di conoscenza. Le echinacee_ps-1piante vissute in ambito fitoterapico ed omeopatico sono descritte come “allo specchio” ma spesso l’immagine riflessa non è identica all’originale, saltano le simmetrie, si svelano le differenze in un coinvolgente esercizio di confronto e di studio.La descrizione delle due materie mediche comparate scorre lungo l’alfabeto  delle piante precisa ed efficace, fotografa in punti essenziali le proprietà terapeutiche e le riassume per una facile consultazione.Si scoprono così le numerose piante, tra cui  le droghe eroiche del passato,  non utilizzabili in fitoterapia per problemi di tossicità o di pericolosi effetti collaterali, felicemente recuperate all’uso terapeutico dall’omeopatia grazie alla estrema diluizione che trasforma il “veleno” in farmaco-medicinale (Datura Stramonium, Aconitum Napellus, Citrullus Colocynthis, ecc.).La lettura è accompagnata e sostenuta dalle voci dei grandi medici e  scienziati del passato remoto e recente ( citati  dall’Autrice con sapienza e sensibilità): medici e scienziati  che, come moderni tutor, ci affiancano nella lettura e, con le loro incisive definizioni, con le loro pennellate descrittive e con la sottolineatura dell’esperienza quotidiana, guidano il lettore e lo accompagnano nella imagescrescita delle proprie conoscenze.Enrica, quale abile sceneggiatrice ed esperta regista del testo, ha scelto 99 piante da “mettere in scena”. La centesima pianta, la più importante, la più rigogliosa è quella il cui “genio”è presente in ogni pagina del libro: le sue virtù terapeutiche sono   la saggezza, la profondità, l’onestà intellettuale ed il rigore scientifico che Enrica Campanini mette al servizio di tutti coloro che apprezzano le sue opere.Grazie, Enrica per le 99 piante di questo libro e per le prossime che ci vorrai generosamente regalare.
(Stefania Biondo,Medico geriatra esperta in Omeopatia)

(Campanini E., Piante medicinali in Fitoterapia e Omeopatia, Tecniche Nuove, 2013 Milano)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: