Pubblicato da: fitonews | 13 maggio 2013

La semplicità della Malva….

OLYMPUS DIGITAL CAMERAFra le piante ad azione emolliente, in grado di  modificare la consistenza delle feci e di esercitare un’azione antinfiammatoria a livello della  mucosa gastrointestinale, si segnala la Malva (Malva sylvestris L.) (foglie). Da sempre,   infatti, le foglie sono considerata un valido regolatore intestinale, particolarmente adatto ad anziani e bambini per i quali si voglia ottenere una blanda azione lassativa. Le mucillagini, oltre ad aiutare la progressione del bolo fecale, esercitano una importante  azione di protezione a livello della mucosa intestinale diminuendo lo stato infiammatorio, quando presente, ed esercitando un’azione disintossicante, in quanto diminuiscono il contatto o l’assorbimento delle sostanze tossiche ingerite. Il medico francese Henry Leclerc  insisteva “ sul buon successo che gli infusi di malva edulcorata con miele hanno nel combattere la stitichezza dovuta ad atonia delle pareti intestinali dei vecchi e delle persone deperite per malattie esaurienti.”  Valido anche il decotto preparato con le sole foglie di malva. Si consigliava inoltre un uso alimentare/terapeutico: le foglie bollite e condite con olio e un pò di limone, e mangiate “a guisa di spinaci”,  rappresentavano un toccasana nelle infiammazioni intestinali e genito-urinarie, oltre che nella stitichezza.  Avvertenze: La letteratura non segnala effetti secondari tossici. L’elevato contenuto in mucillagine può, tuttavia, determinare un ritardo nell’assorbimento di farmaci se assunti contemporaneamente alla pianta.
Curiosità: Scriveva  Padre Antonelli (1941): «Rimettiamo in onore queste umili piante, vero dono del Creatore, che hanno fatto e possono fare anche ora tanto bene all’umanità, troppo spesso sofferente di infiammazioni e della continua stitichezza. Tanto più che esse non possono mai nuocere; forse non inutilmente ci si presentano abbondanti da per tutto, presso le città, nelle campagne e negli orti; ma quanti non le apprezzano, perché non le conoscono, o perché sono troppo comuni?»

 

Annunci

Responses

  1. Salute Erica,
    la malva (come decotto per fare risciacqui) può essere utilizzata per lenire le gengive infiammate? Generalmente i dentisti prescrivono colluttori a base di aloe, c’è molta differenza nell’azione che hanno le due piante sul cavo orale?
    Grazie per l’attenzione
    Mirko

    • Le foglie di malva rappresentano un ottimo lenitivo grazie alle proprietà emollienti ed anti-infiammatorie. Il decotto (lavaggi) risulta utile in caso di mucose irritate, gengive infiammate e sanguinanti. Anche i prodotti a base di aloe risultano efficaci in quanto manifestano anche proprietà antibatteriche. Può quindi tranquillamente alternarne l’uso.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: