Pubblicato da: fitonews | 14 maggio 2012

Piccoli traumi e piante medicinali

In caso di CONTUSIONI, EMATOMI , DISTORSIONI  pressoché sistematica risulta essere la prescrizione topica di Arnica montana L., a condizione, però, che la pelle sia integra. Di fronte ad un traumatismo Arnica montana è, infatti, di corrente prescrizione sia in ambito fitoterapico che omeopatico: caratterizzata da uno spiccato tropismo per il tessuto muscolare (contusione, indolenzimento) e per i capillari (ecchimosi, ematoma) risulta efficace negli eventi traumatici sopracitati ma anche nel semplice indolenzimento muscolare (crema 10 -20 % di tintura;  Gel al 5%). Essenziale per il suo impiego è che la pelle sia integra e non abrasa, altrimenti può provocare dermatiti assai pruriginose. Arnica può essere associata a Calendula officinalis L.: la Calendula, infatti, dotata di proprietà vulnerarie ed antiflogistiche contribuisce a migliorare le condizioni della cute, a ridurre la flogosi e la tensione tissutale locale.  Per l’assenza di lattoni sesquiterpenici il suo uso non da luogo a fenomeni irritativi, per cui andrebbe utilizzata al posto dell’Arnica in caso di pelli sensibili e con tendenza alle allergie o in caso di ferita.

( Arnica montanafoto di Angelino Mereu)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: