Pubblicato da: fitonews | 1 marzo 2011

Musa Sapientum: cibo dei pensatori

Alla banana, considerata il cibo dei pensatori, venne attribuito dal grande botanico  Linneo (XVIII sec.) il nome botanico di “Musa sapientum”.  Banana deriverebbe  secondo alcuni   da una parola araba dal significato di “dito”, per altri proverrebbe da una lingua indigena della Guinea, mentre  per altri ancora dal portoghese “figura Bananes” cioè “fico proveniente da Banane”, località africana non meglio identificata.
Gli zuccheri, di cui è ricco il frutto,  sono costituiti prima della maturazione da amido  che scompare progressivamente  per far posto a zuccheri solubili (diosidi e quindi fruttosio e glucosio) e nelle fase finale dello sviluppo del frutto  a sostanze mucillaginose.   La percentuale di proteine è bassa (1,2% in media), ma  superiore a quello degli altri frutti; i grassi sono presenti in tracce e contribuiscono al sapore del frutto. Importante è anche il contenuto in fibre: 2 g per 100 g.  Le fibre, che non  esercitano effetti irritanti, sono presenti come cellulosa (favorisce il transito intestinale) e come pectine (regolarizzazione transito intestinale e del metabolismo degli zuccheri e dei grassi). Sono ritrovano in concentrazioni ottimali tutte le vitamine del gruppo B (ad eccezione della vitamina B12 assente dal regno vegetale), vitamina C, provitamina A ,vitamina E. Il contenuto minerale è generalmente elevato, in particolare troviamo  potassio, magnesio (quasi un decimo del fabbisogno giornaliero), ferro. L’apporto calorico è di circa 90 kcal per 100 g.

Alimento sano e facilmente digeribile (1 h 45 contro 2 h 45 dell’arancia), la banana contribuisce al sostegno delle difese immunitarie grazie al suo apporto   di vitamine B e C, sali minerali oligoelementi vari  (zinco,rame, manganese, selenio,…),ecc . Ultimamente uno studio preliminare condotto    presso l’Università delle Scienze di Tokyo  ha segnalato che il consumo di tre o quattro banane al giorno potrebbe essere d’aiuto per alleviare i sintomi delle allergie da pollini, grazie a una serie di sostanze contenute nel frutto in grado di migliorare le difese immunitarie. Sono necessari comunque ulteriori studi per confermare queste osservazioni. E’ bene però  ricordare che per la presenza di proteine allergizzanti la banana  può essere  causa di allergie alimentari.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: