Pubblicato da: fitonews | 18 dicembre 2010

A proposito di neve…

Il bucaneve (Galanthus nivalis L.) appartiene alla famiglia delle Amarillidaceae, il nome deriva da gala = latte, anthos = fiore, nivalis =  come la neve. La pianta è  simbolo di speranza nel momento in cui sbocciò davanti ad Adamo ed Eva per confortarli quando furono cacciati dal giardino dell’Eden.  I suoi fiori “modesti ma allegri annunciano la fine dell’inverno per quei loro campanelli con due petali lunghi che sembrano le ali di un insetto. Soni i primissimi ad apparire nel giardino, talvolta già in dicembre e gennaio, tra la neve…” (Pizzetti I.).
La pianta (bulbo) era talvolta usata in medicina popolare come emetico (in grado di provocare il vomito) ma era causa di intossicazioni anche gravi. All’inizio degli anni 1950 venne isolato da diverse specie di bucaneve (Galanthus woronwii, il bucaneve del Caucaso, e G.nivalis) l’alcaloide galantamina che ha trovato indicazione nel trattamento del Morbo di Alzheimer  di  forma lieve e moderata. La Galantamina agisce potenziando l’attività dell’acetilcolina, il neurotrasmettitore il cui deficit cerebrale sembrerebbe contribuire  in parte alla patogenesi della malattia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: