Pubblicato da: fitonews | 24 novembre 2010

Piante medicinali e bambini…

“Le piante medicinali, opportunamente utilizzate, oltre a svolgere una efficace attività sintomatica (azione antiflogistca, antisettica, emolliente, ecc.) svolgono un ruolo importante: quello di  stimolare le  capacità reazionali dell’organismo, in quanto agiscono non solo sul singolo organo o apparato ma sull’organismo in toto (terreno). Grazie a questo tipo di azione si potranno ottenere risultati veramente sorprendenti: in ambito pediatrico, in particolare, si potrà assistere al graduale ripristino della reattività del bambino, troppo spesso soffocata da terapie inutilmente aggressive.
E’ evidente che sarà una valutazione strettamente clinica quella che permetterà al medico di scegliere quando adoperare la pianta nella sua interezza e quando sarà invece auspicabile l’impiego del singolo principio farmacologico (naturale o di sintesi) perché “non va mai dimenticata l’esigenza di servirsi di ogni strumento idoneo a esaminare e a trattare il paziente, anche nell’emergenza, sempre valutando il rapporto rischio-beneficio, nel pieno rispetto dei principi fondamentali della Medicina”[tratto da: Campanini E.,  Fitopediatria, 2002 ]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: