Pubblicato da: fitonews | 9 novembre 2010

L’eccellenza della semplicità…

Gli interventi sullo stile di vita (alimentazione controllata e povera in grassi, attività fisica, ecc.) rivestono un ruolo di primo piano nella prevenzione delle patologie cardiovascolari e nel controllo dei fattori di rischio associati fra cui, in primo luogo, l’ipercolesterolemia. Recenti ricerche in ambito scientifico hanno messo in evidenza il prezioso ruolo delle fibre nel controllo dell’ipercolesterolemia. I semi di Plantago psyllium, ricchi in fibre solubili, se consumati in modo regolare e costante sembrano svolgere un importante ruolo ipocolesterolemizzante.  In particolare la loro assunzione per 20 settimane, unita ovviamente ad una alimentazione quotidiana corretta, può diminuire del 9% (rispetto al basale) il colesterolo totale e LDL (colesterolo “cattivo”) incidendo pertanto in modo favorevole sul controllo del rischio cardiovascolare (tratto da : Medico e paziente,5.2010). Oltre a ciò i semi di Psillio, risultano validi nel trattamento della stitichezza: a contatto con l’acqua formano un gel voluminoso che determina   un’azione sfiammante e lenitiva a carico della mucosa intestinale, aumentano il volume della massa fecale, ne ammorbidiscono il contenuto e facilitano lo svuotamento. La loro assunzione inoltre contribuisce a modulare l’assorbimento degli zuccheri (glucidi) introdotti con l’alimentazione con conseguente rallentamento o riduzione dei picchi glicemici post-prandiali.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: