Pubblicato da: fitonews | 13 febbraio 2010

Bere la salute…..

Il succo di melagrana (Punica granatum L.), moderatamente zuccherino, grazie alla presenza di vitamine e minerali e oligoelementi ad azione antiossidante ed energetica, può svolgere un ruolo interessante nella prevenzione di svariate malattie dovute all’eccessiva industrializzazione, dall’ipercolesterolemia alle patologie cardiovascolari. Viene segnalato, ad esempio, che la particolare concentrazione in potassio può svolgere un ruolo ipotensore benefico per la salute cardiovascolare. Gli vengono attribuite anche proprietà gastroprotettive. Secondo un recente studio pubblicato su Cancer Prevention Research, inoltre, nel fitocomplesso di questo frutto, per gli antichi simbolo di fertilità e ricchezza, sarebbero presenti sostanze in grado di rallentare la crescita delle cellule tumorali (prostata, colon, seno). Promettenti anche gli studi che segnalano un’azione neuroprotettiva in caso di malattia di Alzheimer.

Annunci

Responses

  1. e, conosciuto anche come granatina, non dimentichiamone il largo uso nei cocktail, specialmente unito al rum, vero toccasana in tante situazioni…….

    • Lo sciroppo, o granatina, in effetti conosce un largo impiego nella preparazione dei long drink grazie anche al suo bel colore rosso rubino. Se vuoi assaporare, invece, il succo in un modo originale devi prendere un frutto maturo e integro, farlo rotolare con la mano su un piano esercitando una leggera pressione: in questo modo si rompono i “chicchi” (arilli) e si raccoglie il succo all’interno del frutto. A questo punto si pratica un forellino e si introduce una cannuccia e…buona degustazione!

  2. Melagranada Ruja …. mi torna in mente una bellissima canzone di Marisa Sannia, fresca e dolce come il succo del frutto!

  3. grazie per il link, è una canzone che mi è sempre piaciuta e sono contenta di poterla condividere su questo blog!

  4. E poi, come tutte le piante che meritano, non si butta via niente: bucce, succo e semi tutti offrono possibilità d’impiego quasi uniche in alimentazione, cosmesi o fitoterapia. Se solo ci fosse una valorizzazione seria della biodiversità italiana, delle decine di varietà che rischiano di sparire…

  5. ma è possibile frullare o, meglio, centrifugare i chicchi per estrarre il succo?
    grazie.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: