Pubblicato da: fitonews | 25 gennaio 2010

Un particolare tè alla “menta” dal Brasile

Una tradizionale tisana, tipica del Brasile, sarebbe efficace nell’alleviare il dolore al pari  di molti farmaci antidolorifici. E’ quanto emerge da uno studio effettuato presso la Newcastle University e diretto da Graciela Silva Rocha.  
Hyptis crenata Pohl. (menta brasiliana) è tradizionalmente utilizzata dai guaritori latino-americani per curare mal di testa, febbre e influenza. Ricerche effettuate presso la Newcastle University hanno dimostrato, grazie a sperimentazioni effettuate su cavia, che esiste una base scientifica  a tale impiego.   Il team dell’Università di Newcastle progetta inoltre di effettuare sperimentazioni cliniche sull’uomo per misurarne l’efficacia nell’alleviare il dolore.
La dottoressa Graciela Silva Rocha  afferma “Ciò che abbiamo fatto è stato prendere una pianta che è ampiamente utilizzata in modo sicuro per il trattamento del dolore e abbiamo provato scientificamente che la sua attività è simile a quella di alcuni farmaci di sintesi. Ora il passo successivo è quello di scoprire come e perché la pianta funziona.” Ricorda inoltre che molti farmaci (“più della metà”) sono stati sintetizzati a partire da principi naturali estratti dalle piante medicinali.
Il team di Newcastle ha condotto inoltre un’indagine in Brasile per scoprire come questa tisana venga  normalmente preparata e in quale quantità essa sia consumata. La dott. Rocha ha segnalato che quando la menta brasiliana è stata somministrata  ad una dose simile a quella prescritta dai guaritori tradizionali, è risultata efficace ad alleviare il dolore al pari dell’ indometacina (farmaco antinfiammatorio non steroideo, o FANS).  Rocha, che è brasiliana,  ricorda che il tè veniva impiegato come cura per ogni malattia infantile e che: “il sapore, nonostante il nome, non è simile a quello della menta. In effetti ha un sapore più simile alla Salvia … Non è gradevole in realtà, ma d’altra parte le medicine non sono mai gradevoli….„.
I  risultati di questo studio sono stati presentati al 2° International Society for Horticultural Science di New Delhi (agosto 2009) e saranno pubblicati  sulla rivista Acta Horticulturae.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: